Progetti ed attività 2017

Con l’avvio del 2017 anche le nostre attività ed i nostri impegni con e per i cittadini della nostra provincia sono ripartiti.
Abbiamo raddoppiato la nostra presenza nel Comune di Scandiano dove l’affluenza allo sportello è talmente alta da indurci ad investire ancora in questo comune, a favore dei cittadini di quella zona che ci hanno accordato e confermato la loro fiducia.
Confermiamo, anche per il 2018, la nostra presenza a Castelnuovo Monti, dove è possibile prenotare un appuntamento chiamando lo 0522 433171.
A Correggio riceviamo invece senza appuntamento e oltre alla nostra presenza presso la sede CGIL di Piazzale Finzi, siamo anche nello sportello comunale, tutte le settimane, portando quindi a tre incontri la nostra presenza settimanale sul territorio (per Correggio, per maggiori info chiamare lo 0522.433171 o 0522.457750).
Anche a Sant’Ilario, tutti i venerdì mattina, dalle 9.00 alle 12.30, senza bisogno di appuntamento, è presente una nostra operatrice, per ricevere i residenti della zona.
Ci sono poi i Comuni di Poviglio e Guastalla dove siamo presenti tutti i sabato mattina (a Guastalla) e due sabati mattina al mese (a Poviglio). E’ possibile fissare un appuntamento in questi sportelli contattando lo 0522.457713 (dalle 15.00 alle 18:00 del mercoledì pomeriggio è possibile chiamare e prenotare).
Grazie alle collaborazione con i comuni della provincia siamo presenti anche a Brescello e Rubiera, oltre -come detto- Scandiano e Correggio. In questi 4 comuni troverete quindi un consulente a vostra disposizione. Per maggiori informazione potete contattare gli urp dei comuni di vostro interesse oppure direttamente l’associazione allo 0522.433171.

Grazie alla nostra presenza sul territorio abbiamo deciso di organizzare, nelle nostre sedi, incontri e desk informativi (oltre alla classica consulenza ai consumatori) rispetto a diversit emi relativi al consumo.
Nel mese di Gennaio segnaliamo una serie di incontri, dedicati in particolar modo al mondo dell’energia e al grave costo, sia in termini economici che ambientali, delle risorse energetiche. Come gestire le fatture, come controllare i contatori, come riconoscere un contratto vantaggioso da uno assolutamente svantaggioso. Imparare a conoscere e ad utilizzare i propri diritti, per essere consumatori più consapevoli e responsabili all’interno di una società che ti spinge a consumare e a non chiedere nulla.
l’altra azione sulla quale ci concentreremo nel mese di gennaio (e non solo) è un tema molto caro alla nostra associazione, sul quale stiamo lavorando da tempo: LE TRUFFE. Questo fenomeno, sempre più diffuso e pericoloso, di ottenere dati sensibili circuendo persone anziane sulla porta di casa, o con telefonate  inopportune può essere arginato e gestito con una preparazione ed una conoscenza del fenomeno. Per queste ragioni anche quest’anno dedicheremo largo spazio a questo tema, corredato da quanto concerne i contratti commerciali, le garanzie, la pubblicità ingannevole che spesso, insieme a truffe, raggiri e contraffazione formano il quadro tipico della vendita porta a porta/telefonica/on.line di questi anni.

Per gennaio gli incontri pianificati sono i seguenti. Per un confronto con operatori esperti, per avere materiale informativo (ovviamente gratuito) e per qualche consiglio, potrete trovarci in queste sedi ed in questi orari.
Questo programma di incontri è “Realizzato nell’ambito del Programma generale di intervento della Regione Emilia Romagna con l’utilizzo dei fondi del Ministero dello sviluppo economico. Ripartizione 2015

  • 16.1.17 – c/o CGIL Correggio (RE), Piazzale Finzi, 2 – ore 9:00 – 12.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 16.1.17 – c/o Federconsumatori RE, via Bismantova, 7 – ore 15.00 – 18.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 17.1.17 – c/o Federconsumatori RE, via Bismantova, 7 – ore 17:30 assemblea pubblica dal titolo “SOCI PRESTATORI E PRESTITO SOCIALE: COME TUTELARE I RISPARMI”;
  • 18.1.17 – c/o Scandiano (RE), via De Gasperi, 14 – ore 9:00 – 12.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI
  • 18.1.17 – c/o Federconsumatori RE, via Bismantova, 7 – ore 15.00 – 18.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 20.1.17 – c/o CGIL Sant Ilario (RE), via Coventry, 9 – ore 9.00 – 12.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 20.1.17 – c/o CGIL Cast. Monti (RE), via Monzani, 1 – ore 9.00 – 12.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 23.1.17 – c/o Federconsumatori (succursale provinciale) RE, via L. Orsi, 5 – 9:00 – 12:00 – desk dedicato a “TRUFFE, RAGGIRI, E CONTRAFFAZIONE: tutelarsi dalle truffe e conoscere i propri diritti”;
  • 24.1.17 – c/o Federconsumatori RE, via Bismantova, 7 – ore 9.00 – 13.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 25.1.17 – c/o Scandiano (RE), via De Gasperi, 14 – ore 9:00 – 12.00 desk dedicato a : “TRUFFE, RAGGIRI, E CONTRAFFAZIONE: tutelarsi dalle truffe e conoscere i propri diritti”;
  • 26.1.17 – c/o Federconsumatori RE, via Bismantova, 7 – ore 9.00 – 13.00 desk dedicato a : RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI;
  • 27.1.17 – c/o CGIL Cast. Monti (RE), via Monzani, 1 – ore 9.00 – 12.00 desk dedicato a : “TRUFFE, RAGGIRI, E CONTRAFFAZIONE: tutelarsi dalle truffe e conoscere i propri diritti”;
  • 28.1.17 – c/o CGIL Guastalla (RE), via Dalla Chiesa – ore 9.00 – 12.00 desk dedicato a : “RISPARMIO ENERGETICO SERVIZI PUBBLICI E TARIFFE: NOVITA’ DEL MERCATO E MINORI CONSUMI”;
  • 30.1.17 – c/o CGIL Correggio (RE), Piazzale Finzi, 2 – ore 9:00 – 12.00 desk dedicato a : “TRUFFE, RAGGIRI, E CONTRAFFAZIONE: tutelarsi dalle truffe e conoscere i propri diritti”;

L. Lusenti

Scandiano raddoppia!

Federconsumatori di Reggio Emilia inizia il 2017 con nuovo slancio e maggior presenza.
Iniziamo l’anno nuovo mettendo in pratica i “buon propositi” di fine 2016, anche noi ne facciamo 😉 !
Ad esempio ci eravamo ripromessi di essere più presenti nella zona di Scandiano che è uno dei comuni con un’affluenza davvero intensa e sempre in crescita.
Nel Comune di Scandiano abbiamo infatti già oggi una presenza consistente ma abbiamo deciso di investire ancora di più, per riuscire ad evadere le richieste che ci arrivano in tempi sempre più celeri.
Lo sportello presso la sede sindacale CGIL di Scandiano, in via De Gasperi, sarà aperto due mattine a settimana. Lo sportello sarà aperto il mercoledì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00.
E’ possibile prendere un appuntamento contattando lo SPI allo 0522 457812-13-14.

Oltre a queste due presenze presso la CGIL (non più solo il giovedì mattina, ma anche il mercoledì) confermiamo la nostra presenza presso la Palazzina Lodesani in via Fogliani (Scandiano) un lunedì si e uno no. Per info contattare URP di Scandiano allo 0522/764206 – 764208.

 

 

 

 

Saldi: vademecum e consigli per gli acquisti, per cercare di evitare bufale e sorprese

In queste ore, in tutta Italia, la stagione dei saldi, sta per cominciare. L’ultimo “girone” di saldi, ovvero quello estivo, riscontrò un incremento nella spesa degli italiani, per quanto non particolarmente significativo, spostando di pochissimo l’asticella in alto, rispetto allo stallo.

Quello che però vogliamo sottolineare quest’oggi, come facciamo sempre per i saldi, sono i diritti che i consumatori hanno e che devono ricordarsi, per non incappare in fregature e per investire bene e in modo sicuro quel che si è risparmiato per poter comprare a prezzi scontati.

Federconsumatori fornisce anche quest’anno il consueto ‘decalogo’ per chi intende approfittare dei saldi. Questi i consigli per gli acquisti a saldo:

1) Prima dell’avvio dei saldi verificare il prezzo dei prodotti che si vogliono acquistare e, se possibile, fotografare la cifra con il telefono cellulare. In questo modo si avrà una prova certa del prezzo di partenza e sarà quindi possibile valutare la reale convenienza dello sconto. Sono purtroppo davvero molti i negozianti (catene comprese) che gonfiano i prezzi prima di mettere i capi in saldo, così da avere un effetto promozionale più attraente a fronte di un risparmio NON significativo .

2) Non fermarsi al primo negozio che si incontra ma confrontare i prezzi applicati in diversi punti vendita, cercando di orientarsi verso prodotti di cui si ha reale necessità.

3) Diffidare delle vetrine coperte da manifesti che non consentono di vedere la merce e di negozi che applicano sconti eccessivi, pari o superiori al 60% (un buon prezzo a saldo dovrebbe aggirarsi attorno al 30-40% di sconto).

4) Controllare accuratamente il cartellino, su cui devono essere obbligatoriamente riportati, in modo leggibile, sia il vecchio prezzo che quello nuovo, oltre alla percentuale dello sconto.

5) A partire da giugno 2014 i commercianti hanno l’obbligo di accettare pagamento con carte di credito o bancomat tramite POS per cifre superiori a 30 euro.

6) I prodotti a saldo devono essere sì di fine stagione, ma dell’anno in corso e non delle stagioni degli anni passati! I prodotti di risulta o di magazzino devono essere venduti separatamente da quelli in saldo.

7) Il cambio del prodotto non è obbligatorio ma a discrezione del negoziante, a meno che il prodotto non sia danneggiato o non conforme ed in tal caso, scatta l’obbligo per il negoziante della riparazione o della sostituzione del capo e qualora fosse impossibile, la riduzione o la restituzione del prezzo pagato. Il vizio del capo difettoso deve essere denunciato entro due mesi dalla data della scoperta del difetto stesso.

8) Conservare lo scontrino quale prova di acquisto. Lo scontrino è infatti essenziale in caso di merce fallata o non conforme, poiché vincola il commerciante alle norme di legge relative alla garanzia di sostituzione o al rimborso della somma pagata.

9) I commercianti non sono obbligati a far provare i capi di abbigliamento, tuttavia il nostro consiglio è di diffidare dei negozi in cui non sia appunto possibile provare tali capi.

10) Per problemi o “bufale” rivolgersi ai vigili urbani, all’ufficio comunale per il commercio o ad una delle tante associazione di consumatori iscritte nel Cncu.

L.L.